Il Canale del Diavolo

The Devil's Channel

Il Canale del Diavolo

Già nel XII sec. l’Ordine dei Cavalieri di Malta fece scavare il canale della Moldava, lungo 740 metri e oggi chiamato “del Diavolo”. Questo servì nel tempo a spingere le ruote dei mulini di Mala Strana, che pare raggiunsero il numero di nove. Oggi ne riconosciamo 3. L’ultimo di questi, chiamato del Gran Priorato, terminò la sua attività nel 1936. Il nome “del Diavolo” ha origine solamente nel XIX secolo e si rifà alla leggenda che vuole che in una delle case vivesse un’anziana rissosa e pettegola che con il proprio comportamento avvelenava la vita dei vicini. Un notte un burlone disegnò sul muro della sua casa sei diavoli ed aggiungendo la scritta “Casa ai sette diavoli”.

Chi conosceva l’anziana signora almeno un po’ si immaginava subito chi fosse il settimo diavolo. Esistono ovviamente anche altre versioni della nascita del nuovo nome di questo canale- La prima dice che il canale fosse così chiamato per la evidente differenza di velocità di scorrimento dell’acqua nel canale e nella Moldava. Mentre nella Moldava l’acqua scorreva tranquilla, nel canale scorreva veloce ”come il diavolo”. La versione forse meno piacevole per il turismo a Praga dice che il nome al canale venne affibbiato perché, a causa degli scarichi che vi venivano gettati o che vi scorrevano, l’odore doveva essere veramente “diabolico”.

Add your comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *